ilposturologo.it

 
 
 



Come dobbiamo muoverci nell’ambito di una disciplina nella quale confluiscono anche operatori che applicano diagnosi e terapie non convenzionali?


Potremmo incontrare, tra questi, figure altamente professionali, ma anche avere, da alcuni, diagnosi non universalmente riconosciute ed essere sottoposti a trattamenti non comprovati dalla comunità scientifica internazionale.



Il buon senso ci dice che prima di tutto conviene affidarsi a figure sanitarie universalmente accettate, per avere subito una corretta diagnosi , a cui far seguire una terapia che si è dimostrata valida per la maggior parte delle persone affette da quel problema di salute.


Molte persone si rivolgono a terapie non convenzionali dopo gli scarsi risultati ottenuti con alcun
e delle terapie mediche tradizionali, spesso dopo aver provato solo con quelle di uso comune, come gli antiinfiammatori/antidolorifici.



Paradossalmente, passare da qualche giorno di terapia con le famose bustine di antiinfiammatorio a una consulenza con un esponente della medicina alternativa accade più di frequente che rivolgersi al proprio medico curante o ad un medico specialista!



Quindi conviene conoscere:



  1.   In quali casi ci si può rivolgere a un posturologo, e soprattutto, in quali casi ci si può aspettare un miglioramento o una guarigione?



  1.   Quali sono i limiti della posturologia?



    Per continuare, clicca qui:


    LA POSTURA NORMALE